facebookinstagram

Oro senza punzonatura: come riconoscere se è vero o falso

Home » Oro senza punzonatura: come riconoscere se è vero o falso

Gli oggetti in oro sono sempre particolarmente apprezzati, motivo per il quale tanti sono i falsi che è possibile incontrare. La scelta ricade proprio sull’oro perché le sue caratteristiche estremamente rare gli donano un grande valore aggiunto, in grado di fruttare denaro e soldi in qualsiasi periodo si decida di venderlo o acquistarlo.

A garanzia della sua qualità, ogni oggetto d’oro dovrebbe avere la punzonatura che attesti ne attesti il reale valore. Spesso, però, specialmente quando il monile è particolarmente datata, la marcatura può non essere più visibile.

Cosa si intende per punzonatura e dove cercarla

Ma perché la punzonatura è così importante? Con questo termine si intende un segno di piccole dimensioni presenti sulla superficie dell’oggetto il cui compito è quella di certificare la quantità dell’oro che si trova al suo interno. Questo valore, solitamente espresso in carati, può anche trovarsi in millesimi.

Solitamente per cercare la punzonatura bisognerà esaminare i piccoli spazi presenti sul gioiello: nel caso in cui si tratti di un anello potrebbe, ad esempio, essere inserita all’interno della fascia. Tuttavia, questo riconoscimento non ha delle rigide regole, motivo per il quale potrebbe essere ovunque.

Come anticipato, quando l’oggetto di oro o presunto tale è molto antico, la punzonatura potrebbe essersi cancellata del tutto. Questo, però, non implica necessariamente che lo stesso sia falso.

Come riconoscere se l’oro è vero

Esistono numerosi metodi fai da te che consentono di accertarsi circa la veridicità dell’oro. Le proprietà fisiche e chimiche di questo prezioso metallo, infatti, in quanto uniche, permettono di riconoscere subito di eventuali imitazioni.

Prova della calamita

Se in casa si ha una calamita, basterà provare ad attrarre l’oggetto dal dubbio materiale all’interno dello stesso: se quest’ultimo viene attratto si potrà avere la conferma che l’oggetto non è in oro.

Questo tanto semplice quanto immediato procedimento permette di scartare subito eventuali imitazioni in quanto le leghe metalliche solitamente utilizzate dovrebbero evitare che l’oro venga attratto dalla calamita.

La prova della calamita è quella più rapida ed immediata: esistono però numerosi altri procedimenti che possono essere utilizzati per riconoscere il reale valore di un oggetto.


banner banner


Potrebbe anche interessarti

thumb
Quanto vale la tua moneta d'oro? Scoprilo adesso!
Richiedi subito online una stima gratuita della tua moneta.
Oro usato, quando vendere per guadagnare di più

Devi vendere un oggetto in oro usato e sei curioso di scoprire la cifra che…

Oro o bigiotteria? Metodi fai da te per scoprirlo

Sei da poco entrato in possesso di un oggetto apparentemente d’oro ma hai dei dubbi…